Header Image

Pietro Spirito

giornalista, scrittore, autore teatrale e cinematografico

Pietro Spirito (Caserta, 1961) vive a lavora a Trieste. Scrittore e giornalista alle pagine culturali de "Il Piccolo", collabora con la Rai a programmi radiofonici e televisivi, ed è autore di testi per il teatro, fra cui Il mio nome è Nettuno (Lagunamovies/Teatro Stabile Fvg, 2013) e Il direttore (con Elke Burul, Teatro Stabile La Contrada, 2015) . Con Guanda ha pubblicato Le indemoniate di Verzegnis (2000, Premio Chianti), Speravamo di più (2003, finalista al Premio Strega, Premio Feudo di Maida, Premio Triesteartecultura), Un corpo sul fondo (2007, Premio Scritture di frontiera), L'antenato sotto il mare (2010). Per Santi Quaranta è uscito Il bene che resta (2009, Premio Latisana per il Nord Est). Fra i reportage ha pubblicato Squali! Viaggio nel mondo del più grande predatori di mari (Greco&Greco, 2012) e Nel fiume della notte (Ediciclo, 2015). Per Lagunafest ha firmato il testo Il mio nome è Nettuno. Storie di Naufragi, da Ulisse a Schettino, portato in scena da David Riondino e rappresentato anche a Mittelfest nel 2014.